Inquisizioni Musicali II - Boris Porena [1975] - Testi di inessenzialità

domenica 7 dicembre 2008

Sperimentazione? Quale? Come?

[A1110] Sperimentazione, quindi, iniziale e temporanea, in vista di un progressivo consolidamento delle scelte e delle acquisizioni relative ad esse? Sperimentazione come momento metodologico e pedagogico di accostamento alla musica nell’età della sua crisi radicale − istituzionalizzazione cioè della fase sperimentale appunto in quanto fase, con l’occhio volto al superamento suo e della crisi tout-court? Ovvero sperimentazione iniziale come modello di un comportamento permanente, l’unico adeguato all’attuale condizione del pensiero riflesso? (Una condizione per cui ogni immagine di certezza è mito o utopia, da analizzare soltanto nei suoi significati secondari, mediati). In che rapporto la «sperimentazione di nuovi metodi didattici» –secondo la dizione ufficiale– sta con la sperimentazione culturale oggi ovunque in atto, con il concetto di ‘autogenerazione del discorso’, sostitutivo di quello, classicamente borghese, di bene o patrimonio culturale?

Nessun commento:

Movimenti

Mappa dei visitanti